Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Abbracci Liberi

Come reagiresti se domani per strada ti venisse incontro qualcuno che non hai mai visto, ti si avvicinasse e ti abbracciasse? Saresti contento? Meravigliato? Grideresti aiuto?

A volte ricevere un abbraccio è tutto ciò che ci serve, ed è a questo che devono aver pensato i sostenitori di “Free Hugs”.

"Free Hugs” (abbracci gratis ma anche liberi) è un’iniziativa di origine canadese, ma si è sparsa a macchia d’olio anche in paesi come la Svizzera, l’Australia, la Cina e anche l’Italia. Le persone che si impegnano in questa iniziativa, vanno in strada, nelle diverse città, e somministrano appunto, “free hugs”, ossia “abbracci liberi”: abbracciano persone sconosciute, illuminando e portando gioia nella vita di entrambi. Nadia Cardelli, una delle “Free Hugger”, spiega: “Ciò viene dal cuore, non c’è niente di sessuale.

Però gli “abbracci gratuiti” vengono non accettati bene dappertutto, come per esempio in Cina. Su Internet si legge:

Offrivano "abbracci gratuiti" ai passanti per sciogliere il ghiaccio che si cela nei cuori. L'iniziativa, presa da alcuni cinesi nella affollatissima ma fredda Shangai, era delle più nobili e tentava soltanto di risvegliare la fiducia nel prossimo, oggi assopita per tantissime ragioni. Le autorità locali non hanno però compreso lo strano comportamento e hanno optato per l'arresto immediato.

Giunti al commissariato i sostenitori dell'amore universale hanno spiegato ai poliziotti di aver semplicemente imitato l'iniziativa di un uomo che in Australia offriva "abbracci liberi" per strada. Del resto cosa c'è di strano e di male nel volersi dimostrare solidali e gentili con il prossimo? Evidentemente in Cina non tutto è permesso, e questa non è certo una novità. Le forze dell'ordine hanno trattenuto gli undici "abbraccianti", confiscandogli distintivi e contrassegni, e li hanno rilasciati soltanto un'ora dopo.

Le autorità hanno però voluto precisare che le persone fermate sono state liberate soltanto perché si è compresa la buona fede dell'iniziativa. Andare in giro ad abbracciare le persone è tuttavia un'attività illegale in quanto non autorizzata. Non mancheranno probabilmente nuove "sessioni di abbracci liberi" ma la prossima volta le autorità saranno meno comprensive.

Abbastanza dura la reazione delle autorità cinesi, anche se probabilmente saremo tutti più o meno d’accordo nel dire che l’abbraccio libero è qualcosa di insolito. Dall’altro lato, i “free huggers”, sicuramente rispondono ad un desiderio profondo di ogni essere umano: quello di sentirsi abbracciati, sicuri, amati…

Nella nostra società, caratterizzata dall’individualismo, le persone si sentono sempre più sole. Sì, spesso siamo circondati da grandi folle, da tanta gente, per strada, al supermercato, negli uffici… quasi sempre c’è qualcuno… Ma allo stesso tempo ci sentiamo soli, non c’è nessuno che ci considera, che si accorge di noi, dei nostri bisogni, dei nostri problemi…

Quanto sarebbe bello se qualcuno si avvicinasse, ci abbracciasse e ci dicesse: “Ti voglio bene. Sei importante per me.” Oppure: “Non ti preoccupare. Conosco la tua situazione. Mi prendo cura io di te.”

Troppo bello per essere vero? No! C’è qualcuno che lo fa davvero: è Dio. Sì, Egli il creatore dell’universo, vuole “abbracciarci”, farci sentire al sicuro ed amati. Nella Sua Parola, la Bibbia, leggiamo:

L'eterno è il tuo rifugio; e sotto di te stanno le braccia eterne.” (Deuteronomio 33:27)

Non è una qualsiasi persona sconosciuta che ci abbraccia, ma è Dio stesso che ci vuole tenere tra le braccia!

Se ci affidiamo a Lui, la nostra vita è nelle Sue mani amorevoli!

Inoltre Egli ci dice:

Perché tu sei prezioso ai miei occhi, sei stimato e io ti amo.” (Isaia 43:4)

E poi:

Sì, io ti amo di un amore eterno; perciò ti prolungo la mia bontà.” (Geremia 31:3)

Non hai nessuno che ti vuole bene? Nessuno che ti abbraccia, che ti sta vicino, che ti considera?

C’è Dio!

Egli ti ama di un amore infinito! E ciò non significa che ti dà qualche abbraccio veloce e tutto finisce lì, no, l’amore di Dio è un amore concreto, che si dimostra nei fatti. L’apostolo Giovanni scrive:

In questo si è manifestato per noi l'amore di Dio: che Dio ha mandato il suo Figlio unigenito nel mondo, affinché, per mezzo di lui, vivessimo.” (1 Giovanni 4:9)

Per amore, Dio ha mandato Suo Figlio su questa terra, per morire per noi, per i nostri peccati. In Lui ci offre il perdono, e una vita nuova nella quale il Suo amore si manifesta ogni giorno.

L’amore di Dio non si limita a qualche parola dolce e ad un abbraccio, ma è un amore concreto, visibile, tangibile.

Lo vuoi accettare?

Ne vuoi parlare?



Condizioni d'uso
- È permesso l'utilizzo dell'articolo su siti e testate, purché:
- il testo venga mantenuto nella sua forma integrale,
- in calce compaia la dicitura "fonte: www.radiovitanuova.org".
A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.