Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Il giudizio della risata

Il sito www.shipoffools.com si vanta di presentare la prima chiesa tridimensionale online di tutto il mondo.

Il visitatore può entrare in questa chiesa, sedersi, muoversi, inginocchiarsi… tutto ciò, solo con il computer, la tastiera e qualche “click” del mouse.

Un pò di tempo fa questa chiesa virtuale ha bandito un concorso probabilmente unico: si chiama il “Laugh judgement”, cioè il “giudizio della risata”. Secondo quello che riferisce lo stesso sito si cercano le dieci “barzellette religiose più divertenti ed offensive di tutta l’eternità”. Sono stati tanti coloro che hanno risposto all’invito: 951 persone hanno mandato le barzellette che conoscevano e 10.000 lettori hanno partecipato alle “elezioni”.

Simon Jenkins di “Ship of fools” esprime la propria meraviglia per il contenuto, a volte un po’ eccessivo, di alcune barzellette, e la redazione che si era già preparata alle denunce per blasfemia, ha scoperto invece che l’unica cosa di cui i cristiani si sono lamentati è stato che le barzellette erano ormai “vecchie”. Sul sito viene sottolineato che con questo concorso è emerso un nuovo comportamento dei fedeli, quello di essere più “rilassati” nei confronti delle “cose sacree considera che se i cristiani non fossero in grado di scherzare su certe cose sarebbe pericoloso, è invece bene che si possa ridere su tutto, anche sulla propria fede e i suoi contenuti.

Tra le barzellette pervenute alcune si burlavano dei dieci comandamenti, ma essi non sono qualcosa su cui scherzare, poiché anche se scritti in un lontano passato essi mantengono il loro valore ancora oggi e chi li trasgredisce si rende colpevole davanti a Dio! Sicuramente non è una cosa divertente, soprattutto quando si pensa che un giorno Egli ce ne chiederà conto al giudizio finale. Anche su questo, “Ship of fools”, ha pensato di fare dell’ironia, intitolando il concorso “giudizio delle risate”, o “Laugh Jugdement” che in inglese è simile all’espressione “Last Judgement”, cioè ”ultimo giudizio”. Ma anche questa è una cosa notevolmente seria, infatti, nel libro dell’Apocalisse, leggiamo:

Poi vidi un grande trono bianco e colui che vi sedeva sopra. La terra e il cielo fuggirono dalla sua presenza e non ci fu più posto per loro. E vidi i morti, grandi e piccoli, in piedi davanti al trono. I libri furono aperti, e fu aperto anche un altro libro che è il libro della vita; e i morti furono giudicati dalle cose scritte nei libri, secondo le loro opere. Il mare restituì i morti che erano in esso; la morte e l'Ades restituirono i loro morti; ed essi furono giudicati, ciascuno secondo le sue opere. E se qualcuno non fu trovato scritto nel libro della vita, fu gettato nello stagno di fuoco.” (Apocalisse 20: 11-13 + 15)

Un giorno ogni essere umano si troverà davanti a Dio ed Egli gli chiederà conto di ciò che ha fatto. Niente sarà dimenticato, neppure il minimo dettaglio. Dio, è un Dio santo, e non può tollerare il male, perciò il Suo giudizio sul peccato è la condanna eterna. E questo, senza il minimo dubbio, non è divertente, anzi, è qualcosa di terribile…ma esiste una via d’uscita ed è unica!

Durante l’ultima cena con i discepoli, Gesù diede loro un grande insegnamento:

Mentre mangiavano, Gesù prese del pane e, dopo aver detto la benedizione, lo ruppe e lo diede ai suoi discepoli dicendo: «Prendete, mangiate, questo è il mio corpo». Poi, preso un calice e rese grazie, lo diede loro, dicendo: «Bevetene tutti, perché questo è il mio sangue, il sangue del patto, il quale è sparso per molti per il perdono dei peccati.” (Matteo 26: 26-28)

Queste parole spiegano come possiamo essere salvati! Gesù ha creato una via d’uscita dal giudizio di Dio! Morendo sulla croce, infatti, Egli ha pagato il prezzo dei peccati per i quali noi dovremmo essere puniti, perciò chiunque crede in questo Suo sacrificio e Gli chiede perdono, è salvato per l’eternità!

Non si tratta di una barzelletta! Non è un qualcosa su cui scherzare! Dio prende il peccato molto sul serio ed il Suo giudizio arriverà senza dubbio!

Solo credendo in Gesù puoi essere salvato!

Cosa ne fai di questo messaggio?

Vuoi rimanere indifferente o riderci sopra? Oppure lo prendi sul serio e ti rivolgi a Gesù Cristo che ti vuole salvare?



Condizioni d'uso
- È permesso l'utilizzo dell'articolo su siti e testate, purché:
- il testo venga mantenuto nella sua forma integrale,
- in calce compaia la dicitura "fonte: www.radiovitanuova.org".
A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.