Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Il mio bodyguard è Gesù

Michael Stahl è un tipo veramente “duro”. Lavora come guardia del corpo, e a lui sono state affidate le vite di tante persone famose. Addirittura fu responsabile della protezione di Papa Benedetto XVI durante una visita nella sua patria bavarese. E così anche Stahl, solitamente “nascosto” all’ombra delle “grandi” persone che protegge, è diventato oggetto di pubblico interesse, rilasciando qualche intervista e raccontando della sua vita.

Michael Stahl è un tipo veramente “duro”. Lavora come guardia del corpo, e a lui sono state affidate le vite di tante persone famose. Nel mese scorso era addirittura responsabile della protezione di Papa Benedetto XVI durante la visita nella sua patria bavarese. E così anche Stahl, solitamente “nascosto” all’ombra delle “grandi” persone che protegge, è diventato oggetto di pubblico interesse, rilasciando qualche intervista e raccontando della sua vita.

Nato nel sud della Germania, Stahl non ha avuto un’infanzia felice: il padre era un alcolista, viveva in una casa in pessime condizioni e tutto ciò che per i suoi coetanei era normale, per Michael era un lusso inaccessibile. A scuola era schernito e continuamente preso in giro per la sua povertà. Insieme a suo padre doveva andare in giro a chiedere l’elemosina e perciò viveva sempre con la paura di essere scoperto dai suoi compagni. Non aveva amici e affrontava tutto da solo: la situazione familiare, la povertà… Poi, un giorno, all’età di 16 anni, non ce la fa più: esce di casa e sale in cima ad un monte dove si trova una grande croce. Lì si rivolge a Dio, vuole sapere se Egli esiste veramente…e Dio risponde.

Quel giorno il piccolo ragazzo che nessuno voleva e che tutti prendevano in giro, conosce Dio e scopre che Egli  lo ama immensamente, così com’è, senza badare alla sua povertà e che può parlare con Lui di ogni suo problema, sia grande che piccolo.

In una recente intervista ha detto:

Gesù per me è la cosa più grande della mia vita e non posso immaginare, come degli uomini possano vivere, respirare e sperare senza Dio. E anche quando la gente dice di me: “Questo è pazzo”, non me ne importa nulla. (…) Gesù è l’amico migliore che si possa immaginare. Non ho bisogno di un santo o di un guru. Dio mi ha amato così tanto, che si è fatto torturare per me e che è morto per me, è semplicemente incomprensibile.

Michael Stahl, che da bambino è sempre stato preso in giro dagli altri e che non aveva alcun modo per difendersi, ha trovato in Gesù, il suo “bodyguard” perfetto, perciò può dire:

(…) So, che Dio ha cura di me. Gesù è il mio grande fratello, che (...) mi difende.

Tante persone, non soltanto quelle famose, desiderano un “bodyguard”, qualcuno che le protegga, che le trasmetta sicurezza, uno che non lavori soltanto per coloro che hanno tanti soldi, ma che dica: “Ti amo e perciò mi prendo cura di te. Ti amo così come sei, non importa se sei povero o ricco, grande o piccolo, famoso o no.

Michael Stahl ha trovato questo suo “bodyguard” non in qualche uomo forte, ma nell’Onnipotente Dio, come testimonia lo “slogan” che Stahl ha scelto per la sua vita e che è un bellissimo versetto che dice:

Tu mi circondi, mi stai di fronte e alle spalle, e poni la tua mano su di me.” (Salmi 139:5)

Non è meravigliosa l’idea di essere protetti da Dio così grande, onnipotente e immensamente forte? Un “bodyguard” veramente perfetto come ci dice un salmo:

Alzo gli occhi verso i monti... Da dove mi verrà l'aiuto? Il mio aiuto viene dal SIGNORE, che ha fatto il cielo e la terra. Egli non permetterà che il tuo piede vacilli; colui che ti protegge non sonnecchierà. Il SIGNORE è colui che ti protegge; il SIGNORE è la tua ombra; egli sta alla tua destra. Il SIGNORE ti proteggerà, quando esci e quando entri, ora e sempre.” (Salmi 121:1-3; 5; 8)

A Dio non sfugge nulla, di Lui ti puoi fidare completamente. Egli ti si è avvicinato in Gesù Cristo, desidera essere al tuo fianco in ogni circostanza della tua vita. Se anche tu lo vuoi, fai come Michael Stahl, parla con Dio, chiediGli di entrare nella tua vita per guidarla, affidati completamente a Lui.

Allora sì che sarai in buone mani. Ciò non significa che non ti imbatterai in qualche situazione triste o faticosa, ma che avrai in Cristo un amico che non andrà mai via, che sarà sempre al tuo fianco, anche nei momenti più difficili.

Quando dovrai attraversare le acque, io sarò con te; quando attraverserai i fiumi, essi non ti sommergeranno; quando camminerai nel fuoco non sarai bruciato e la fiamma non ti consumerà.” (Isaia 43:2)



Condizioni d'uso
- È permesso l'utilizzo dell'articolo su siti e testate, purché:
- il testo venga mantenuto nella sua forma integrale,
- in calce compaia la dicitura "fonte: www.radiovitanuova.org".
A titolo di cortesia si raccomanda la segnalazione della ripubblicazione a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.