I vestiti della grazia di Dio PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

I vestiti della grazia di Dio

 

 

 

TITOLO
I vestiti della grazia di Dio

AUTORE
Gino Parisi

EDITORE

GENERE
Edificazione ed esortazione

 PAGINE
153

PREZZO
7,00€ (più spese di spedizione)

Lungi da essere un gesto insignificante, chi indossa un vestito non lo fa senza uno scopo preciso. Dopo l'avvento del peccato, Adamo ed Eva si resero conto che la mancanza di un vestito che coprisse la loro nudità, li metteva in una situazione di imbarazzo sia l'uno verso l'altra, sia davanti a Dio stesso.

Essi stessi si cucirono una specie di copertura che, ovviamente, non poteva soddisfare pienamente e a lungo termine. Il vestito dunque può semplicemente rappresentare una necessità della vita quotidiana. A tale scopo l'apostolo Paolo ha scritto a Timoteo, il suo giovane collaboratore, questo messaggio: "Ma avendo di che nutrorco e di che coprirci, saremo di questo contenti" (1 Timoteo 6:8). Dall'Antico Testamento siamo informati in merito ai vestiti che i sacerdoti dovevano indossare, nel Tabernacolo e poi successivamente nel Tempio; erano abiti che non potevano usare, per scopi diversi da quello spirituale. Il sacerdote, che svolgeva il suo servizio spirituale, non poteva indossare abiti a suo piacere, ma solo quello che Dio aveva previsto tramite il suo servo Mosè. Lo stesso era per il sommo sacerdote: il suo vestito era differente da quello de sacerdote e dal resto di tutto il popolo.

ordina